TROFIE INTEGRALI AL PESCE SPADA, PINOLI E BASILICO

Vai alla ricetta

L’ultima ricetta che vi ho presentato erano le trofie veg, mentre oggi è il turno delle trofie con il pesce spada. Anche in questo caso piatto bilanciato e saporito, in piena tradizione mediterranea.



Sapevate che una dieta ricca in legumi e pesce è in grado di prolungare l’età estrogenica della donna e quindi di ritardare la menopausa? Un motivo in più per alternare fra loro questi due fantastici piatti: provate a cambiare il formato e a utilizzare anche altri cereali o pseudocereali. Il piatto con il pesce spada è fantastico con l’avena o il farro, mentre quello con il tofu lo vedo bene con la quinoa o il bulgur. Mettetemi al corrente dei vostri esperimenti e inviate le foto!

Ingredienti per 4 porzioni di trofie al pesce spada

300g trofie integrali

400g pesce spada pulito

300g pomodorini

60g pinoli

60g olio EVO

basilico




Preparazione

Tagliare a cubetti il pesce spada e a spicchi i pomodorini. In una capiente padella mettere una parte dell’olio, uno spicchio d’aglio se piace e i pomodorini. Far cuocere a fuoco vivo e quando le trofie sono quasi cotte, aggiungere in padella il pesce spada e saltare il condimento aggiungendo un poco di acqua di cottura della pasta se fosse troppo asciutto. Unire i pinoli e in ultimo le trofie. Condire con il restante olio a crudo e foglie di basilico.

Valutazione nutrizionale

Come già vi ho anticipato, piatto perfettamente bilanciato, con solamente il 40% di carboidrati e un ottimo contributo proteico. Abbiamo, dividendo per 4 persone, ben 32g di proteine e circa 500 Kcal. Vedo molto bene questo piatto per il pranzo domenicale, accompagnato con verdure, sia cotte che crude. Sbizzarritevi con melanzane, zucchine e peperoni e con le insalate verdi, arricchite da cetrioli e ravanelli.


Se siete soliti fare attività fisica prima di cena, non esistete a preparare le trofie al pesce spada: sarete in grado di ripristinare le vostre richieste metaboliche post-esercizio e il giorno dopo sarete nuovamente in ottima forma. Magari aumentate la quota di pasta, se la vostra attività è stata intensa e sufficientemente prolungata.

TI POSSONO PIACERE:

http://www.cibiamici.it/fusilli-al-saraceno-ceci-verdure-tonno/

http://www.cibiamici.it/pasta-integrale-totani-piselli/

http://www.cibiamici.it/riso-venere-al-pesto-avocado-moscardini/



Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.